Il Convento dei Cappuccini restaurato negli ultimi decenni è situato in località Cappuccini. Fondato nel 1579 dove prima sorgeva la Chiesa di S. Salvatore, dedicato a S. Giacomo Apostolo. Soppresso nel 1811 e poi nel 1866, venne riaperto nel 1867. Della struttura originaria restano un affresco seicentesco nella lunetta sul portale della chiesa (“Madonna con il Bambino tra i SS. Giacomo Apostolo e Francesco d’Assisi”) ed uno deteriorato nel portico del chiostro (“Gesù Bambino in meditazione con il globo tra le mani”).

Nel tempio sono conservate tre statue lignee rappresentanti l’Immacolata Concezione, S. Scolastica e S. Gabriele dell’Addolorata, patrono d’Abruzzo. Interessanti sono anche un tabernacolo ligneo del 1724, opera dei frati cappuccini Serafino da Nembro (BG) e Serafino da Chieti e le vetrate artistiche disegnate da P. Ugolino da Belluno.
Dal Santuario della SS. Trinità di Morge, frazione di Campli, una cinquecentesca “Ultima Cena”, tela di pittore marchigiano ed un’ ”Annunciazione”, copia di Guido Reni.

Aiutaci a migliorare la traduzione per la vostra lingua

Puoi modificare qualsiasi testo facendo clic (premere Invio dopo avere cambiato)

X