Comune di Campli – Villa Camera

La piccola frazione di Villa Camera di Campli presenta aspetto prevalentemente moderno. Nel borgo la Chiesa di S. Liberatore.

IL TESORO DI VILLA CAMERA

Si racconta che sul vicino Colle Arnano vivesse in un castello privo d’acqua un barone con sette figlie. Le ragazze erano costrette a scendere a valle ogni giorno per fare rifornimento idrico e rincasavano la sera stanchissime. Il signorotto fece allora costruire una grande cisterna piena d’acqua. I contadini edificarono abitazioni nei pressi della cisterna ed anche un fratello del barone vi si trasferì. Era della famiglia Mancini, che avevano il patronato sulla chiesa di S. Liberatore. Da lui avrebbe preso l’etimologia l’odierna frazione: prima “Li Mancini”, poi “Villa Camera”, da “Camerone” (con sicuro riferimento alla cisterna). Si racconta che nei pressi del paese sarebbe seppellito un vitello d’oro dalle corna argentate.

Chiese e monumenti

Chiesa di San Liberatore
Chiesa di San Liberatore La Chiesa di S. Liberatore a Villa Camera, frazione di Campli, è stata…

Aiutaci a migliorare la traduzione per la vostra lingua

Puoi modificare qualsiasi testo facendo clic (premere Invio dopo avere cambiato)

X